Download Dalla repubblica al principato: politica e potere in Roma by Cristofoli Roberto; Galimberti Alessandro; Rohr Vio PDF

By Cristofoli Roberto; Galimberti Alessandro; Rohr Vio Francesca

Show description

Read or Download Dalla repubblica al principato: politica e potere in Roma antica PDF

Best history_2 books

Seventh-Century Popes and Martyrs: The Political Hagiography of Anastasius Bibliothecarius

This choice of Latin texts, released in a brand new version with an English translation, attracts at the wealthy hagiographical corpus of Anastasius, papal diplomat, secretary and translator in overdue ninth-century Rome. The texts obstacle debatable figures: Pope Martin I (649-653), whose competition to the imperially-sponsored doctrines of monenergism and monothelitism observed him exiled to Cherson the place he died in 654, and Maximus the Confessor, an jap monk condemned to undergo amputation and exile to Lazica for comparable purposes in 662.

Additional info for Dalla repubblica al principato: politica e potere in Roma antica

Example text

2,9,31) a dare l'avvio all'alleanza è invece Pompeo, i l quale, adirato con i l Senato, cerca Cesare, che lo riconcilia con Crasso, pur se quest'ultimo aveva poco prima fatto fronte comu- DALLA REPUBBLICA AL PRINCIPATO ne con Lucullo e con gli ottimati che non volevano ratificare il nuovo assetto micrasiatico. Il "triumvirato", peraltro così chiamato solo dalla fine del X V I secolo, si configura quindi come un accordo politico tra privati, finalizzato a far eleggere Cesare al consolato del 59 affinché, forte della carica, attuasse quanto Pompeo e Crasso si attendevano, e dal canto suo potesse poi ottenere con il proconsolato un'impresa grande che facesse rifulgere il suo talento e le sue ambizioni.

101 non fa il nome d i Catilina) e Cassio Dione le considerarono molto seriamente, andando oltre lo stesso oratore per quanto riguarda la costruzione di una vera e propria congiura. È con Svetonio che il quadro si arricchisce di un dato significativo, che la tradizione ostile a Cesare aveva conservato: al cap. 9 della sua biografìa leggiamo infatti che Cesare,'pochi giorni prima di assumere l'edilità del 65, venne sospettato di aver dato vita a una congiura assieme a Crasso e ai due consoli vincitori delle prime elezioni del 66, Siila ed Autronio.

In un saggio che destò un ampio dibattito, Meier (1966) vedeva del resto proprio nell'espansione del dominio e nell'affermazione dei generali vincitori la causa principale della caduta della repubblica romana. Crasso e Cesare rappresentavano agli occhi del senato l'altra minaccia: una minaccia allo stesso modo di Pompeo, seppur ancora non sì DALLA REPUBBLICA AL PRINCIPATO corroborata dalle tante guerre vinte, dalle più disparate clientele, e dalle decine di migliaia di uomini pronti a eseguire gli ordini; ma, ancora privi appunto di quella base di sostegno sulla quale poteva invece contare Pompeo, erano disposti a cavalcare ogni opportunità che lasciasse intrawedere sviluppi tali da incrinare i l fronte della conservazione.

Download PDF sample

Rated 4.79 of 5 – based on 7 votes